9 gennaio 2018

VERTICAL GARDEN

vista particular

 

Il Vertical Garden è il primo progetto residenziale che adotta i vantaggi del  Green Terrace System. Il design prevede la realizzazione di 2 torri residenziali di 15 piani.  Il progetto esplora le potenzialità del sistema di terrazze pensili, in una composizione di torri a base quadrata con differenti tagli residenziali, dai 60 mq per il bilocale ai 90mq per il trilocale fino ai 120mq del quadrilocale.

 

vista totale

La modularità del sistema, permette inoltre di immaginare tagli più grandi per rispondere a tutte le esigenze di mercato. La disposizione delle singole unità abitative ruota attorno ad un sistema di comunicazione verticale con scale e ascensore  ottimizzando al meglio la distribuzione degli spazi interni.

Le singole cellule si presentano affacciate sempre su due fronti in modo da consentire una Cross Ventilation  che consente un ricambio efficiente di aria naturale, particolarmente  importante nei mesi estivi. Le cellule internamente si presentano, totalmente  libere da elementi  strutturali e da impianti, pronte per essere arredate internamente in modo libero e personalizzato.

Spostati all’esterno invece i bagni potranno usufruire tutti di una ventilazione naturale e avere una relazione intima con il terrazzo con vantaggi notevoli durante i mesi estivi. Si è studiato un sistema di combinazioni che permetta ad ogni piano di avere differenti layout residenziali.

 

taglio vista

Questo si riflette anche esternamente con un gioco di volumi diversi, risultato di combinazioni di accoppiamenti di bagni e cabine armadio che definiscono il prezioso perimetro verde. Grazie infatti alla differenza di quota tra il solaio interno dei bagni e le cabine armadio che possono scendere fino ai 240cm (senza perdere il valore di abitabilità) e quello interno di 300cm, si ottiene un gap di circa 60cm.

Un dislivello che permette di accumulare la terra necessaria per  un tetto giardino in grado di ospitare non solo un tappeto erboso ma anche piantumazioni, ed essenze di varia natura, come  arbusti e alberi di media grandezza.

È una occasione unica dove tutti gli appartamenti possono vantare un terrazzo abitabile con il piacere di avere un manto erboso al posto di un pavimento minerale, ombreggiato naturalmente da alberi e arbusti. L’effetto finale svela la sua natura di giardini pensili multipiano in un gioco di volumi di luce e ombre profonde, preziose in inverno e ristoratrici d’estate.  L’insieme delle singole terrazze pensili, la copertura del piano commerciale, e la copertura dell’edificio stesso rappresentano un unico “sistema giardino” che promuove l’uso del verde in modo diffuso. Innumerevoli i vantaggi di tipo ambientale.

prova taglio vista 2

Il primo tra tutti è quello di riuscire a ridurre drasticamente il fenomeno “isola di calore” che determina un microclima di diversi gradi superiore all’interno delle aree urbane rispetto alle circostanti zone periferiche,  producendo ossigeno e regolando l’umidità atmosferica, consente un netto miglioramento facendo da mantello protettivo “vivente, ne consegue un migliore isolamento termico, il manto erboso e le piante proteggono infatti non solo dall’irraggiamento solare, ma anche dai grandi sbalzi di temperatura, contribuendo a garantire un microclima ideale con conseguente risparmio energetico.

Aumenta il valore economico della costruzione edilizia, con conseguente valorizzazione estetica dell’edificio. Ritenzione delle acque meteoriche riducendo il carico della rete fognaria e un più facile riuso delle stesse.

Aiuta la biodiversità fornendo nuovo habitat  a uccelli e insetti. Grande capacità di isolamento acustico. Bassa manutenzione grazie all’uso di particolari essenze molto resistenti che hanno bisogno di limitato fabbisogno idrico.

Sul roof garden degli edifici una copertura fotovoltaica garantisce parte del fabbisogno energetico, al disotto della quale si immagina un orto condominiale capace di produrre anche in inverno, grazie alla protezione di pareti trasparenti scorrevoli a formare una vera e propria serra.

Non ultimo nella ricerca dei criteri di sostenibilità ambientale è Il recupero delle acque meteoriche che rappresenta un bene prezioso poco valorizzato. Questo processo inizia proprio attraverso il manto erboso del tetto giardino che grazie alla elevata capacità di accumulo ed il lento rilascio delle acque da parte del substrato e dell’elemento drenante contribuiscono alla riduzione della velocità di flusso delle acque allungando i tempi di drenaggio. Le acque  saranno cosi raccolte in apposite cisterne per uso sanitario e irriguo necessario per mantenere in salute il “sistema tetto giardino”.

Tipologia:  residenziale 

Luogo: Roma 

Anno: 2016 – work in progress

Team: Valerio Cruciani, Angelica Runkel, Marta giannini, Federica Cecchi